Blog: http://ciscalabria.ilcannocchiale.it

"L'universo femminile tra cibo, letteratura e cinema"

Da sempre la letteratura è intrisa di momenti conviviali, di ricette, di alimenti perché tutto ciò che ha a che vedere con il cibo ha inevitabilmente anche a che fare con la vita. Sono soprattutto le scrittrici che hanno saputo coniugare il piacere della lettura con l'evocazione di piatti appetitosi, perché la donna, "nutrice per eccellenza", sa che spesso il cibo che è il tramite per esprimere sentimenti ed emozioni attraverso gesti rituali, profumi e sapori. Nello spazio del chiostro della chiesa di San Giorgio al Corso - Reggio Calabria, promosso da Loreley Rosita Borruto, presidente del Centro Internazionale Scrittori della Calabria, ha avuto luogo il convegno: "L'universo femminile tra cibo, letteratura e cinema". Sul cibo e sulla sua relazione con la condizione femminile nella società occidentale come semplice mezzo di sostentamento, arma di seduzione o unica possibilità di espressione creativa, il prof. avv. Michele Salazar, attraverso l'analisi di opere come Il pranzo di Babette (1950) di Karen Blixen, Donna Flor e i suoi due mariti del brasiliano Jorge Amado (1966), Dolce come il cioccolato (1989) della messicana Laura Esquivel, Chocolat (1999) della scrittrice britannica Joanne Harris, ha evidenziato come per alcuni autori il cibo assume nei romanzi e racconti un ruolo fondamentale, diventando, in alcuni casi, il protagonista assoluto. A seguire il prof. Nicola Petrolino, esperto e critico di cinema, ha fatto vedere attraverso brani tratti dai film che si sono ispirati a queste opere e l'analisi della commedia di Eduardo De Filippo Sabato, domenica e lunedì (1959) come nel cinema una storia che narri rappresentazioni culinarie colpisca non solo la parte fisica dello spettatore, lo stomaco, per motivi legati alla fame o al senso del gusto chiaramente stimolati da alcuni particolari visivi, ma anche il suo immaginario nel quale il cibo si proietta come potente veicolo di comunicazione, fonte creativa, rituale, ma soprattutto come metafora dell'esistenza umana.

 

 

 

 

 

               Loreley Rosita Borruto - Michele Salazar - Nicola Petrolino

 


                                      Reggio Calabria 11 Agosto 2014


                                     Chiostro San Giorgio al Corso - Reggio Calabria 11 Agosto 2014


   Premiazione Concorso dolciario regionale 2014 - I° Premio ex aequo ad Angela Barreca Martino


                                         I° Premio ex aequo a Maria Grazia Marrapodi


                                 II° Premio ex aequo a Salvatore Timpano


                                       II° Premio ex aequo a Melina Furfari


       L'universo femminile tra cibo, letteratura e cinema - 11 Agosto 2014 - Nicola Petrolino


Pubblicato il 12/8/2014 alle 9.9 nella rubrica Cultura.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web