Blog: http://ciscalabria.ilcannocchiale.it

La peste come metafora del male nel Decameron di Boccaccio

Nel settimo anniversario della nascita di Giovanni Boccaccio (1313 -2013), il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, gioved√¨ 3 Aprile 2014, presso l'Accademia di Belle Arti - Reggio Calabria, ha organizzato l'incontro: "La peste come metafora del male nel Decameron di Boccaccio". Sono intervenuti: il prof. Giuseppe Rando, ordinario di Letteratura Italiana dell'Universit√† di Messina e la prof.ssa Paola Radici Colace, ordinario di Fliologia Classica dell'Universit√† di Messina. Durante l'incontro sono stati eseguiti interventi musicali a cura dei Maestri Sergio Romeo ed Emanuele D'Amico e degli allievi Skipper Fonzy Amgao e Tony Festa della scuola di musica "Giuseppe Verdi" di Reggio Calabria. Hanno preso parte al dibattito: i proff. Mila Lucisano, Saverio Siciliano, Luisa Catanoso, Antonio Gaetano. 

 

 

 Rosamarie Previte - Loreley Rosita Borruto - Giuseppe Rando - Paola Radici Colace - Nicola petrolino


                       Maestri Sergio Romeo ed Emanuele Mario D'Amico


             Accademia di Belle Arti - Reggio Calabria - 3 Aprile 2014


                  Skipper Fonzy Amgao - Sergio Romeo - 3 Aprile 2014


                 Loreley Rosita Borruto - Giuseppe Rando - Paola Radici Colace


                        Sergio Romeo - Emanuele Mario D'Amico - Tony Festa  

Pubblicato il 4/4/2014 alle 12.38 nella rubrica Cultura.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web