Blog: http://ciscalabria.ilcannocchiale.it

Teatro antico - Cinema - L'"Orestea" di Eschilo

Nel chiostro della chiesa di San Giorgio al Corso di Reggio Calabria, per il ciclo sul teatro classico e cinema, il Centro internazionale Scrittori della Calabria ha organizzato un incontro su  l'"Orestea" di Eschilo. Ha relazionato la prof.ssa Paola Radice Colace, ordinario di Filologia Classica dell'Università di Messina, responsabile sezione teatro del CIS della Calabria. Un video a cura del prof. Nicola Petrolino, esperto e critico di cinema, responsabile sezione cinema del Cis della Calabria, ha evidenziato alcuni brani tratti da una edizione televisiva della trilogia del 1966.

L'"Orestea" è l'unica trilogia di tutto il teatro greco classico che sia pervenuta per intero. Nel dramma "Agamonnone", la regina Clitennestra e l'amante Egisto uccidono Agamennone al ritorno della guerra di troia. Nelle "Coefere", Oreste, figlio di Clitennestra e Agamennone, per vendicare la morte del padre, ordisce l'assassinio della madre e così viene perseguitato dalle Erinni. Nel terzo dramma le "Eumenidi", Oreste viene assolto dalla colpa di matricidio e le Erinni per mediazione di Atena divengono Eumenidi cioè "dee benevole". Posto davanti a un destino che lo trascende l'eroe rappresentato da Eschilo si adegua con responsabile consapevolezza al proprio destino.

 

Chiostro San Giorgio al Corso - Reggio Calabria- 19 luglio 2013
 
Loreley Rosita Borruto - Paola Radici Colace - Nicola Petrolino
 
Reggio Calabri 19 luglio 2013
 
Reggio Calabria
 

 

Pubblicato il 20/7/2013 alle 0.24 nella rubrica Cinema.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web