Blog: http://ciscalabria.ilcannocchiale.it

I prossimi incontri previsti alla libreria "Culture" di Reggio Calabria chiuderanno la stagione inverno-autunno 2013.

Venerdì 14 giugno 2013, alle ore 17.30, presso la libreria“Culture”, via Zaleuco - Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittoridella Calabria, per il percorso “Quattro passi … nel mondo antico …”, promuoveil quindicesimo incontro dal titolo L’eroe ai tempi dell’identità perduta.Apollonio Rodio e la poesia ellenistica.Il ciclo di conferenze, ideato dalla prof.ssa Maria Quattrone, si prefigge difare conoscere il mondo antico, latino e greco in particolare, attraversoalcuni autori che rappresentano – se così si può dire – “Voci significativedello stesso”. Dopo i saluti di Loreley Rosita Borruto, presidente del Cisdella Calabria e l’introduzione di Maria Quattrone, già Dirigente Scolasticodel Liceo Classico “T. Campanella” di Reggio Calabria, relazionerà sul temadell’incontro la prof.ssa Annaida Cammarata, già docente di Latino e Greco delLiceo Classico “T. Campanella di Reggio Calabria. L’evento sarà dedicato allapresentazione delle “Argonautiche” di Apollonio Rodio, uno dei poeti greci piùemblematici dell’età ellenistica (III secolo a.C.). E’ in tale periodo storicoche, dopo la definitiva caduta delle forme politiche e culturali dell’antica polis classica, cominciano a scorgersielementi di notevole cambiamento nei vari settori socio-politici e culturali,così come testimoniato dalla produzione letteraria del tempo per molti aspetti“moderna”, di cui il poema di Apollonio rappresenta un esempio significativo.Sabato 15 giugno 2013, alle ore 21.00, nella sala conferenze della libreriaCulture, sarà presentato il libro “Gli occhi di mia madre” – di Annalisa Saccà– Filorosso Quaderni. Lamanifestazione è inserita nel ciclo di incontri “Cattedra di Poesia, Teatro,Cinema, Letteratura, Arte, Storia, Scienza del Cis della Calabria”. Coordinal’incontro Loreley Rosita Borruto, presidente del CIS della Calabria. Dopol’intervento di Annalisa Saccà, prof. di lingua e letteratura italiana alla St.John’s University di New York, il pubblico presente potrà interagire con lastessa. ”La mia poesia – scrive nella introduzione al libro Annalisa Saccà –cerca la mortalità. Cerca l’uomo per confortarlo, il dolore per attutirlo, lagioia per farla durare nella brevità umana. Tanto breve da avere il saporedell’eternità perché la poesia raccoglie l’eterno e lo deposita ai piedidell’uomo come un mistero” …”Poesia-rivelazione segnata dall’eterno ma purumana, tanto umana da cercarsi la morte in ogni segno per offrirsi costantecome pegno di vita, come perdono”. Infine, Lunedì 17, alle ore 17.30, la tavolarotonda di filosofia “L’uomo e l’assurdo”, con gli interventi di Marco Comandè/giornalista), Franco Iaria (saggista), Luigi Marino (prof. di filosofia),Emilia Serranò (prof.ssa di Filosofia) e il prof. Gianfranco Cordì(coordinatore della tavola rotonda), si concluderanno gli incontri pomeridianidel CIS della Calabria. A partire dalla prima decade di luglio 2013, gliincontri promossi dal Centro Internazionale Scrittori della Calabria riprenderannoalle ore 21.00, nello spazio suggestivo del chiostro della chiesa di SanGiorgio al Corso di Reggio Calabria. 

Pubblicato il 11/6/2013 alle 5.44 nella rubrica Cultura.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web