Blog: http://ciscalabria.ilcannocchiale.it

Prof. Domenico Da Empoli


Biografia – Prof. Domenico da Empoli.

Presidente del Comitato Scientifico della "Fondazione Luigi Einaudi per Studi di Politica ed Economia", 1985 -, Professore di Finanza Pubblica, Università di Roma "La Sapienza", 1984 -, Professore di Economia Pubblica dell'Università Luiss Libera Università degli Studi Sociali - Roma , 1968 -.

Posizioni precedenti

Assistente di Finanza Pubblica, Università di Roma "La Sapienza", 1967-1974, Professore di Finanza Pubblica, Univerita di Messina, 1975-1978, Professore di Finanza Pubblica, Università di Napoli, 1979-1983.

Laurea

DJ, Università di Roma "La Sapienza", 1963. Uffici e Riconoscimenti

Membro, la Mont Pelerin Society, 1976.

Membro del consiglio di SIEP (Società di Economia Pubblica) ,1994-1999.

Vice-Presidente SIEP (Società Economia Pubblica), 1994-1999.

Vice-Presidente (e poi Presidente) del Comitato economico del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), 1994-1999.

Membro, Comitato Finanza, Autorità internazionale dei fondi marini (Kingston, Giamaica), 1995 -. Presidente, Comitato Finanza, Autorità internazionale dei fondi marini (Kingston, Giamaica), 1998 -.

Editoriale Doveri

Fondatore Editor, Journal of Public Finance e Public Choice, 1983 -.

Campi principali di interesse

Finanza pubblica e Public Choice, Storia del pensiero economico.

Pubblicazioni

Libri e Saggi

1. Analisi Critica di alcuni Effetti dell 'imposta Generale Sulle Vendite, (Giuffrè, 1966.)

2. Debito Pubblico, imposte e Tasso d'intéressé, (Giuffrè, 1974).

3. Finanza Pubblica e Contabilita Nazionale do di base trimestrale [1954-1975] (a cura di) (Cedam, 1979).

4. Scelte Pubbliche (Le Monnier, 1984). (A cura di S. Carrubba).

5. Il Bilancio dello Stato-La Finanza Pubblica tradi Governo e parlamento (Sole-24 Ore, 1988, 3a ed. 2000) (con P. De Ioanna e G. Vegas).

6. Le Vie della Libertà-Il liberalismo venire Teoria e Politica venire negligenza Anni novanta (a cura di) (Fondazione Luigi Einaudi, 1993).

7. Verso ONU Nuovo Stato sociale-Tendenze e criteri, (Angeli, 1997) (a cura di G. Muraro).

8. Concorrenza fiscale in un'economia Internazionale Integrata, Angeli, 1999 (a cura, con M. Bordignon).

9. Politica fiscale, flessibilita dei Mercati e Crescita, Angeli, 2001 (a cura, con M. Bordignon).

Articoli

1. "Nota Critiche sull'imposizione degli incrementi patrimoniali di Valore". Rivista di Diritto Finanziario e Scienza delle Finanze, 1964.

2. "Riforma tributaria e finanza locale." Tributi, 1971.

3. "Stato sociale e democrazia." Rassegna Economica del Banco di Napoli, 1983.

4. "Una scienza per la libertà: finanza pubblica secondo il pensiero di Luigi Einaudi". Journal of Public Finance e Public Choice, 1986.

5. "Beni Pubblici e democrazia." Teoria dei Sistemi Economici (a cura di B. Jossa), Utet, 1989.

6. "La legge italiana per la tutela della concorrenza e del mercato." Journal of Public Finance e Public Choice, 1990.

7. "Non le idee hanno conseguenze?". Journal of Public Finance e Public Choice, 2-3: 1992.

8. "scelta pubblica in Italia." Scelta Pubblica, 77:1994.

9. "Federalismo fiscale e Scelte Pubbliche". Attualità del federalismo fiscale, Univ. di Cassino, 1996.

10. "concorrenza fiscale dannosa". Diritto internazionale Tax Review, 1999.

11. "Stato sociale e redistribuzione del reddito in democrazia". Riesame delle condizioni economiche d'Italia, 2000.

12. "Un'analisi della scelta pubblica internazionale marino autorità". Economia costituzionali, 11:2000.

13. "La riduzione del debito pubblico italiano:. problemi e opportunità" Politica fiscale, flessibilita dei Me

Primi lavori di Domenico da Empoli si è concentrata sui tradizionali temi di finanza pubblica, come la tassazione delle vendite e del debito pubblico. Progressivamente, i suoi interessi nello studio economico delle istituzioni è cresciuto, sotto l'influenza di James M. Buchanan e Gordon Tullock gli insegnamenti. Anche se conobbe Public Choice nel 1966 (il suo primo anno di studio nelle università americane, principalmente l'Università dell'Illinois e l'Università di Chicago, dove ha trascorso il secondo anno), da Empoli atteso qualche tempo prima di entrare in questo campo di ricerca , essenzialmente perché pensava che questo approccio potrebbe ridurre la reputazione del governo e in questo modo si potrebbe indebolire le fondamenta del sistema politico. Pensa che ora il contrario: scelte pubbliche aiuta a scoprire le imperfezioni esistenti del sistema pubblico che può danneggiare l'utilizzo delle risorse nazionali e talvolta anche frenare le libertà individuali. Scelta pubblica fornisce gli strumenti per riconoscere i pericoli delle politiche pubbliche e per evitare questi pericoli attraverso adeguate riforme costituzionali. I suoi interessi personali in questo affare settore con le implicazioni politiche della scelta pubblica (in particolare nel settore del benessere), non solo a livello nazionale, ma anche in seno alle organizzazioni internazionali. Questi punti di vista ispirare la sua attività di editore del Journal of Public Finance e Public Choice.


 

Pubblicato il 8/6/2013 alle 13.48 nella rubrica Comitato Scientifico.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web