Blog: http://ciscalabria.ilcannocchiale.it

“Il sigillo di Carta” – Memorie di un soldato borbonico“, di Giuseppe Spinelli

Nella sala conferenze della libreria “Culture” - Reggio Calabria – è stato presentatoil romanzo storico “Il sigillo di Carta” – Memoriedi un soldato borbonico“, di Giuseppe Spinelli, Book Sprint Edizioni. LoreleyRosita Borruto, presidente del CIS della Calabria, nella sua introduzione hadetto che il romanzo ripercorre gli anni dal 1858 al 1862 edevidenzia crimini e abusi di quel periodo. Il protagonista del romanzo credevache un’unione nazionale sarebbe stata possibile su basi di collaborazione e dirispetto, invece non rimase che la lotta per difendere l’identità culturale deipopoli del Sud, i loro diritti, il loro sviluppo sociale e la propria identità.Relatore dell’incontro è stato il prof. Pasquale Amato, docente di StoriaContemporanea nell’Università di Messina e nell’Università per Stranieri “D.Alighieri” di Reggio Calabria, presidente del Premio Mondiale di  Poesia Nosside, che ha tracciato un illuminatoed interessante excursus degli avvenimenti storici di quegli anni. Il libro racconta l’Italia Unita, nata dalla distruzionedel Regno delle Due Sicilie ed è ancora oggi avvolta dai pregiudizi creatidalla propaganda del tempo per giustificare tutti gli eccessi che seguirono unaconquista. L’autore del “Sigillo di carta”, Giuseppe Spinelli, ha sottolineatocome l’intento del libro è quello di divulgare una storia uscita dai documentie dai fatti in modo diverso da quella diffusa dalla storiografia ufficiale,dalle verità tenute sempre troppo nascoste. Il libro vuole anche essere uninvito agli uomini e alle donne meridionali di non vergognarsi di essere tali,di recuperare l’antica dignità ed essere orgogliosi della propria identità edella propria storia che è diversa dal quella che i vincitori, pergiustificarsi, hanno voluto diffondere. Giuseppe Spinelli, giàconsulente del Ministero per l’educazione ambientale e ricercatore al CIREAdell’Università di Parma ha scritto per la Rizzoli Animali delle forestenordiche ed è, inoltre, autore di numerose altre pubblicazioni. Tra il numerosopubblico che ha seguito con molto interesse l’incontro hanno preso parte aldibattito Francesca Paolino, Francesca Messineo, Grazia Marrapodi, LetiziaCuzzola, Antonietta De Angelis, Giuseppe Angelone, Michele Carilli, GiovanniStillitano, Mimmo Scuncia, Paolo Arecchi.

 

 

 

Pubblicato il 5/5/2013 alle 0.7 nella rubrica Cultura.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web