Blog: http://ciscalabria.ilcannocchiale.it

La "Nuova vita" Storia e destino di "Guerra e Pace" di Lev Tolstoj

Per il ciclo di “Letteratura Mondiale”, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, lunedì 27 agosto 2012 nel chiostro della chiesa di San Giorgio al Corso di Reggio Calabria ha promosso l’incontro “La “Nuova vita:” Storia e destino in “Guerra e Pace” di Lev Tolstoj. Dopo l’introduzione di Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria, ha relazionato la prof.ssa Vincenzina Mazzuca, già Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico “L. Da Vinci” di Reggio Calabria, presidente del Centro Studi Filosofici della Calabria. “Guerra e pace” di Lev Tolstoi, è, da un lato, un romanzo storico con tutte le peculiarità del genere ( ambientazione storica, intreccio, personaggi storici e d’invenzione, peripezie nel rapporto io-mondo etc), dall’altro è una saggio a carattere filosofico, precisamente di filosofia della storia. Le due parti creano una struttura estremamente complessa e talvolta ibrida. E tuttavia, esse sono complementari, in quanto le riflessioni sulla storia sovrintendono alla trama e ai significati dell’opera, al centro della quale è la contrapposizione e incomparabilità tra due mondi : quello della guerra, che è strage, violenza , morte e rovesciamento dei valori , e quello della pace, che è la comune esistenza degli uomini fatta di intrecci di esistenze, passioni, bellezza e miseria, arte e pensiero. L’analisi dei personaggi e delle loro vicende, l’ampio sviluppo del tema storico, che abbraccia l’arco che va da Austerlitz a Borodino ( simbolo, quest’ultimo, della vittoria russa sulla tirannide napoleonica all’insegna della rinascita dello “spirito del popolo russo”), svela che la Storia, concepita da Tolstoi come storia “événementielle”, non coincide con la vita, ma vi circola fino ad irrompervi come “ catastrofe”, in una concatenazione di minuti eventi dagli effetti politico--militari solo apparentemente ascrivibili a scelte“demiurgiche”. Da questo rivolgimento delle esistenze nasce la perentoria ricerca del senso e della “nuova vita”. Alla fine la Storia, in sé priva di finalità e direzionalità, pur lacerando il mondo dell’humanitas , ne genera i destini ma anche le svolte di libertà e le rinascite. Durante la relazione, contributi video, tratti da alcuni film hanno illustrato i momenti più significativi del romanzo di Tolstoj.




                                 Loreley Rosita Borruto - Vincenzina Mazzuca





           Chiostro della chiesa di San Giorgio al Corso di Reggio Calabria 27 agosto 2012




                                                      Reggio Calabria 27 agosto 2012




                                             Reggio Calabria 27 agosto 2012




                                                 Reggio Calabria 27 agosto 2012




                                          Reggio Calabria 27 agosto 2012




                      Chiostro della chiesa di San Giorgio al Corso di Reggio Calabria


Pubblicato il 28/8/2012 alle 15.9 nella rubrica Cultura.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web