.
Annunci online

 
ciscalabria 
Centro Internazionale Scrittori della Calabria
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Centro Internazionale Scrittori
Facebook
CIS Calabria
CIS della Calabria
Fondo Antonio Piromalli
http://www.itispininfarina.itinfarina di Torino
Comune di R. C.
Rai-TV
Blog libri
Ricerca Libri
  cerca

Il “Centro Internazionale Scrittori della Calabria”, deriva dalla sezione Calabrese dell’Unione Nazionale Scrittori. L’obiettivo dell’Associazione è di promuovere e divulgare, ad ogni livello sociale e culturale, l’interesse per la letteratura, l’arte e la creatività nelle loro variegate espressioni, con particolare attenzione sia alla Calabria, come area territoriale, in un’ampia prospettiva che pone la cultura come elemento fondante, nel processo di internazionalizzazione e di integrazione europea, sia alla difesa dell’identità culturale italiana nel sistema di globalizzazione del sapere e dell’economia. Il “Centro Internazionale Scrittori della Calabria” è associato alla “Universitas Montaliana di Poesia di Maria Luisa Spaziani” e al “Gruppo Cultura Italia” a cui appartengono molti grandi della cultura italiana.


 

diario | Cultura | Comitato artistico | Comitato Scientifico | Concorsi Letterari | Scienza | Cinema | Mostre |
 
Diario
423364visite.

7 gennaio 2016

Promozione culturale del CIS della Calabria

La crisi economica che negli ultimi anni ha investito il nostro Paese richiede l'attivazione di tutte le risorse disponibili sul territorio, al fine di promuovere e tutelare la cultura che rappresenta l’anello più debole nel momento in cui la politica mette in atto misure per arginare il debito pubblico. Le associazioni culturali rappresentano una componente rilevante non tanto per la loro consistenza numerica quanto per l'originalità della loro identità e risposta; in questo senso esse sono chiamate a sostituire in molte funzioni la società politica, offrendo nuove energie, risorse e soluzioni. Un esempio di vitalità e di capacità di azione nell’ambito culturale della nostra città è il Centro Internazionale Scrittori della Calabria che, fin dalla sua fondazione, ha confermato di essere una forza viva della società calabrese e una risorsa valida e attiva per costruire un Paese migliore. La voglia e l'entusiasmo di rilanciare il ruolo primario della cultura nella Calabria e nel territorio di Reggio Calabria attraverso la promozione e la divulgazione degli aspetti più suggestivi ed interessanti della letteratura, delle arti e delle scienze, sono le componenti che hanno sempre animato l’operato della Presidente del Centro Internazionale Scrittori Loreley Rosita Borruto che, anche per il 2016, si propone di collaborare con le istituzioni pubbliche e private (università, scuole, accademie, fondazioni, biblioteche) per la realizzazione di importanti eventi culturali, sociali e religiosi. Lo scopo dell'Associazione è, infatti, quello di svolgere un'opera di sensibilizzazione verso la comunità locale per preservare, valorizzare, tramandare e divulgare il patrimonio storico ed artistico del territorio, consapevole del fatto che questa riscoperta e questo studio servano a meglio conoscere il presente e ad affrontare con maggiore esperienza e ponderata saggezza l’avvenire. Mai nessun ostacolo di ordine economico, organizzativo o di altro genere ha fermato o rallentato la numerosa e qualificata produzione culturale e artistica realizzata con la collaborazione di intellettuali, scienziati, professori universitari, scrittori, poeti e artisti che fanno anche parte del Comitato Scientifico del Cis della Calabria. Si ricomincia mercoledì 13 gennaio 2016, alle ore 18.00, nella sala conferenze di San Giorgio al Corso, in occasione del centenario della nascita di Edith Piaf, il CIS rende omaggio alla maggiore "chanteuse realiste" francese tra gli anni '30 e '60, nata a Parigi il 19 dicembre 1915 e il cui vero nome è Edith Gassion. La Piaf è stata la cantante che con le sue canzoni ha anticipato il senso di ribellione tipico dell’inquietudine che apparteneva a numerosi intellettuali francesi di quel periodo: Boris Vian, Juliette Greco, Roger Vadim, Albert Camus e altri. Durante l’incontro sarà proiettato un video a cura del Prof. Nicola Petrolino, esperto e critico di cinema.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. s. f.

permalink | inviato da ciscalabria il 7/1/2016 alle 14:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre        febbraio