.
Annunci online

 
ciscalabria 
Centro Internazionale Scrittori della Calabria
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Centro Internazionale Scrittori
Facebook
CIS Calabria
CIS della Calabria
Fondo Antonio Piromalli
http://www.itispininfarina.itinfarina di Torino
Comune di R. C.
Rai-TV
Blog libri
Ricerca Libri
  cerca

Il “Centro Internazionale Scrittori della Calabria”, deriva dalla sezione Calabrese dell’Unione Nazionale Scrittori. L’obiettivo dell’Associazione è di promuovere e divulgare, ad ogni livello sociale e culturale, l’interesse per la letteratura, l’arte e la creatività nelle loro variegate espressioni, con particolare attenzione sia alla Calabria, come area territoriale, in un’ampia prospettiva che pone la cultura come elemento fondante, nel processo di internazionalizzazione e di integrazione europea, sia alla difesa dell’identità culturale italiana nel sistema di globalizzazione del sapere e dell’economia. Il “Centro Internazionale Scrittori della Calabria” è associato alla “Universitas Montaliana di Poesia di Maria Luisa Spaziani” e al “Gruppo Cultura Italia” a cui appartengono molti grandi della cultura italiana.


 

diario | Cultura | Comitato artistico | Comitato Scientifico | Concorsi Letterari | Scienza | Cinema | Mostre |
 
Diario
1visite.

14 marzo 2013

Il santuario greco a Reggio Calabria

Nel salone della chiesa di San Giorgio al Corso – Reggio Calabria – il Centro internazionale Scrittori della Calabria, per il ciclo di Archeologia, ha tenuto il terzo incontro “Il Santur – Griso Laboccetta”. Il santuario greco a Reggio Calabria. Con l’ausilio di video proiezione ha relazionato la Dott.ssa Emilia Andronico, Direttore Archeologico, Coordinatore della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Calabria. Il Santur Griso Laboccetta (così definito dal nome dei proprietari dei terreni) è il più importante santuario della Reggio greca. A partire da fine 1800, durante alcuni scavi, vennero alla luce numerosi oggetti di terracotta che proseguirono nel 1883 con la scoperta della prima stipe votiva. Da quella data, tra i numerosi e diversi oggetti ritrovati, il pezzo più importante, rinvenuto in quell’area archeologica è stato un bassorilievo in terracotta dipinta, la famosa “Lastra Griso Laboccetta” che rappresenta due fanciulle di stile arcaico in movimento. Gli studiosi affermano che tale lastra sia stata realizzata alla fine del VI sec. A. C..L’unica cosa che si può affermare con sicurezza è che la vita del santuario continuò da epoca arcaica (VII sec. a.C.) ad età ellenistico - romana, rimanendo punto di riferimento importantissimo nella storia della polis calcidese. Tra il numeroso pubblico presente sono intervenuti al dibattito: il prof. Francesco Arillotta, la preside Pina Provazza e il dott. Saverio Verduci.




                        Emilia Andronico - Loreley Rosita Borruto - Gianfranco Cordì




                               Salone della chiesa di San Giorgio al Corso - Reggio Calabria




                                                       Reggio Calabria 13 marzo 2013




                                                    Intervento prof. Francesco Arillotta




                                                            Dott.ssa Emilia Andronico




                                           Intervento Preside Prof.ssa Pina Provazza Porchi





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. s f

permalink | inviato da ciscalabria il 14/3/2013 alle 1:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile