.
Annunci online

 
ciscalabria 
Centro Internazionale Scrittori della Calabria
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Centro Internazionale Scrittori
Facebook
CIS Calabria
CIS della Calabria
Fondo Antonio Piromalli
http://www.itispininfarina.itinfarina di Torino
Comune di R. C.
Rai-TV
Blog libri
Ricerca Libri
  cerca

Il “Centro Internazionale Scrittori della Calabria”, deriva dalla sezione Calabrese dell’Unione Nazionale Scrittori. L’obiettivo dell’Associazione è di promuovere e divulgare, ad ogni livello sociale e culturale, l’interesse per la letteratura, l’arte e la creatività nelle loro variegate espressioni, con particolare attenzione sia alla Calabria, come area territoriale, in un’ampia prospettiva che pone la cultura come elemento fondante, nel processo di internazionalizzazione e di integrazione europea, sia alla difesa dell’identità culturale italiana nel sistema di globalizzazione del sapere e dell’economia. Il “Centro Internazionale Scrittori della Calabria” è associato alla “Universitas Montaliana di Poesia di Maria Luisa Spaziani” e al “Gruppo Cultura Italia” a cui appartengono molti grandi della cultura italiana.


 

diario | Cultura | Comitato artistico | Comitato Scientifico | Concorsi Letterari | Scienza | Cinema | Mostre |
 
Diario
423392visite.

28 maggio 2014

L'ANTICA MEDICINA CELTICA

Lunedì 26 Maggio 2014, nella sala conferenze della libreria Culture - Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria ha promosso la conferenza su "L'antica medicina celtica" e "La medicina filosofica pitagorica". Sono intervenuti gli studiosi Daniele Zangari, Sabrina Porcino, Antonio Gaetano. Le prime popolazioni dei celti vivevano in Francia, nella regione compresa tra i fiumi Senna e Garonna. Essi furono i primi ad usare il vischio della quercia considerato un rimedio sicuro contro tutti i veleni e la sterilità. La quercia era considerata da queste popolazioni la pianta sacra per eccellenza; la raccolta del vischio dalla pianta avveniva all'inizio dell'anno con l'organizzazione di grandi feste. Plinio il Vecchio nella sua "Naturalis Historya" fu tra i primi a descrivere con dovizia di particolari questa importante cerimonia druidica. La solenne cerimonia iniziava con una maestosa processione, aperta dal coro dei leggendari Bardi, incaricati di cantare le prodezze degli eroi e gli inni in onore di Odino e dei Teutates (Albiorix re del mondo e Catorix re della battaglia), seguivano gli Eubaghi, i sacrificatori che accompagnavano due torelli bianchi destinati al sacrificio.

 

                          Antonio Gaetano - Daniele Zangari - Sabrina Porcino

 


                            Libreria Culture - Reggio Calabria


                                           Reggio Calabria 26 Maggio 2014  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. s. f.

permalink | inviato da ciscalabria il 28/5/2014 alle 23:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile        giugno