.
Annunci online

 
ciscalabria 
Centro Internazionale Scrittori della Calabria
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Centro Internazionale Scrittori
Facebook
CIS Calabria
CIS della Calabria
Fondo Antonio Piromalli
http://www.itispininfarina.itinfarina di Torino
Comune di R. C.
Rai-TV
Blog libri
Ricerca Libri
  cerca

Il “Centro Internazionale Scrittori della Calabria”, deriva dalla sezione Calabrese dell’Unione Nazionale Scrittori. L’obiettivo dell’Associazione è di promuovere e divulgare, ad ogni livello sociale e culturale, l’interesse per la letteratura, l’arte e la creatività nelle loro variegate espressioni, con particolare attenzione sia alla Calabria, come area territoriale, in un’ampia prospettiva che pone la cultura come elemento fondante, nel processo di internazionalizzazione e di integrazione europea, sia alla difesa dell’identità culturale italiana nel sistema di globalizzazione del sapere e dell’economia. Il “Centro Internazionale Scrittori della Calabria” è associato alla “Universitas Montaliana di Poesia di Maria Luisa Spaziani” e al “Gruppo Cultura Italia” a cui appartengono molti grandi della cultura italiana.


 

diario | Cultura | Comitato artistico | Comitato Scientifico | Concorsi Letterari | Scienza | Cinema | Mostre |
 
Diario
1visite.

25 gennaio 2013

"MEMORIE DAL BAGAGLINO" di Pier Francesco Pingitore

L’Assessorato alla Cultura e alla Legalità dell’Amministrazione provinciale di Reggio Calabria e il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, presso la Sala conferenze del Palazzo Storico della Provincia di Reggio Calabria, hanno presentato il libro “Memorie dal Bagaglino” – Diario intimo di un cabaret - di Pier Francesco Pingitore – Mursia Edizione. Sono intervenuti: Eduardo Lamberti Castronuovo, Assessore alla Cultura e alla Legalità dell’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria; Mimmo Raffa, attore, presidente del Blu Sky Cabaret; Giacomo Battaglia, attore; Gigi Miseferi, attore; Martufello, attore; Gianfranco Neri, ordinario di Composizioni Architettoniche – Direttore del Dipartimento d’Arte – Architettura e Territorio Università Mediterranea di Reggio Calabria; Luigi Marino, presidente del “Teatro dei Semplici”; Nicola Petrolino, critico cinematografico; Vincenzo Malacrinò, giornalista; Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria e l’autore del libro Pier Francesco Pingitore, regista, storico deus ex macchina del Bagaglino. Pier Francesco Pingitore racconta quarantacinque anni di un'esperienza unica nel campo dello spettacolo: dallo scantinato in cui è nato alle glorie del Salone Margherita. Il Bagaglino è stato una fucina di successi e un'incubatrice di personaggi tra realtà e caricatura. Tanti i comici e le primedonne che si sono succeduti su quel palco ricco di lustrini e paillettes: da Oreste Lionello a Pippo Franco e a Leo Gullotta, da Pamela Prati a Valeria Marini, senza dimenticare Gabriella Ferri. Un diario che, con ironia e spontaneità, fa rivivere gli entusiasmi, le illusioni, gli amori, le invidie e le rivalità di un gruppo di artisti che da una cantina di una Roma popolare e ridanciana è arrivato al grande pubblico televisivo, mettendo in scena pregi e difetti di un intero Paese.

Pier Francesco Pingitore

che gli amici hanno sempre chiamato «Ninni», nasce a Catanzaro, ma lascia la cittadina calabrese quando ha appena due anni con la sua famiglia che si trasferisce a Roma. A trentun’anni è redattore capo del settimanale Lo Specchio e, insieme a Mario Castellacci che lavorava al Giornale radio della Rai, a Luciano Cirri giornalista del Borghese e a Piero Palumbo, dà vita, nell’autunno del 1965, alla compagnia del Bragaglino, in onore del famoso animatore del Futurismo Anton Giulio Bragaglia, nome successivamente corretto in Bagaglino a causa di un’ingiunzione degli eredi dell’artista che era scomparso cinque anni prima. Tra i primi artisti che entrano nella compagnia ci sono Oreste Lionello, Pino Caruso, Tony Cucchiara, Nelly Fioramonti, successivamente Enrico Montesano, Gianfranco D'Angelo, Leo Gullotta e soprattutto la cantante Gabriella Ferri che diventa la prima donna dello spettacolo. Nei primi sette anni del Bagaglino vanno in scena ventidue spettacoli originali, una memorabile crociera tournée in veliero e una turnè in tutte le maggiori città italiane. Nell'ottobre 1972, dopo un’ininterrotta attività di successi, il cabaret - da allora in poi firmato dalla coppia Castellacci e Pingitore - si trasferisce tra gli stucchi, le specchiere e il decoro liberty di quello che è stato l'antico e glorioso cafè-chantant romano: il Salone Margherita, il teatro da dove, agli inizi del secolo, Ettore Petrolini ha lanciato il suo Nerone e cantato I salamini e da dove Filippo Tommaso Marinetti ha indetto le prime serate futuriste e ha declamato le sue "parole in libertà". Otto anni dopo, nel 1973, Dove sta Zazà diventa il primo spettacolo del Bagaglino, trasmesso in diretta dalla Rai con la regia di Antonello Falqui. Chiusa la stagione televisiva di Dove sta Zazà, il Bagaglino continua ad animare le stagioni del Salone Margherita. E al teatro si aggiunge anche il cinema. Pingitore dirige, infatti, molti film, portando sullo schermo gli attori del suo cabaret. Alla fine degli anni Ottanta arriva lo spettacolo televisivo Biberon, il martedì, in prima serata su Rai Uno, ed è subito un successo, che in poco tempo raggiunge e supera i dieci milioni di spettatori, e si protrae negli anni. Con una formula completamente nuova per la TV, Pingitore, mette in scena non solo delle subret, come Pamela Prati e Valeria Marini, ma anche una serie di imitatori di politici che si fanno beffa del Palazzo reale, con l'animazione di un conduttore-mattatore come Pippo Franco coadiuvato da Leo Gullotta e Oreste Lionello e da poliedrici attori come Martufello e i reggini Battaglia e Misefari. Nel 1995, il Bagaglino si trasferisce a Mediaset, diventando simbolo della satira nazional popolare, da Champagne a Bellissima, passando per Bucce di banana, Marameo, Miconsenta. Anche quando, nel settembre del 2011 il Bagaglino termina la sua vita teatrale, Ninni Pingitore, artefice inesauribile di innumerevoli spettacoli, rimane il legittimo depositario di una originale tradizione teatrale composta da ironia politica popolaresca, una trascinante farsa plautina e una accattivante messa in scena che resterà a lungo nell'immaginario collettivo italiano del Novecento.


  




              "Memorie dal Bagaglino" di Pier Francesco Pingitore - Intervista 23 gennaio 2013




                     Palazzo della Provincia di Reggio Calabria   - 23 gennaio 2013



L. R. Borruto - E. Lamberti Castronuovo - G. F. Pingitore - M. Raffa - 23 gennaio 2013



                   

                  "Memorie dal Bagaglino" di Pier Francesco Pingitore - 23 gennaio 2013



                        

                                 Reggio Calabria - Palazzo della Provincia - 23 gennaio 2013




                                                  Reggio Calabria 23 gennaio 2013




                                 Palazzo della Provincia di Reggio Calabria - 23 gennaio 2013




                                             Pier Francesco Pingitore - Mimmo Raffa




                                        Mimmo Raffa - Giacomo Battaglia - Gigi Miseferi



                   

                             Borruto - Lamberti Castronuovo Pingitore - Raffa - Miseferi - Battaglia




                                                              Intervento di Luigi Marino




                                                          Intervento di Vincenzo Malacrinò




                                                          Intervento di Gianfranco Neri




                                                      Intervento di Nicola Petrolino




                                                 Intervento di Martufello




                                                           Intervento di Martufello




    "Memorie dal Bagaglino" di Pier Francesco Pingitore - Reggio Calabria 23 gennaio 2013




                                                  Reggio Calabria 23 gennaio 2013




                                                  Reggio Calabria 23 gennaio 2013




                                                    Reggio Calabria 23 gennaio 2013




                                               Reggio Calabria 23 gennaio 2013





              Loreley Rosita Borruto - Eduardo Lamberti Castronuovo - Pier Francesco Pingitore




 Loreley Rosita Borruto consegna targa ricodo al maestro Pier Francesco Pingitore, regista, autore e fondatore del Bagaglino



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. stefano fava

permalink | inviato da ciscalabria il 25/1/2013 alle 1:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre        febbraio