.
Annunci online

 
ciscalabria 
Centro Internazionale Scrittori della Calabria
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Centro Internazionale Scrittori
Facebook
CIS Calabria
CIS della Calabria
Fondo Antonio Piromalli
http://www.itispininfarina.itinfarina di Torino
Comune di R. C.
Rai-TV
Blog libri
Ricerca Libri
  cerca

Il “Centro Internazionale Scrittori della Calabria”, deriva dalla sezione Calabrese dell’Unione Nazionale Scrittori. L’obiettivo dell’Associazione è di promuovere e divulgare, ad ogni livello sociale e culturale, l’interesse per la letteratura, l’arte e la creatività nelle loro variegate espressioni, con particolare attenzione sia alla Calabria, come area territoriale, in un’ampia prospettiva che pone la cultura come elemento fondante, nel processo di internazionalizzazione e di integrazione europea, sia alla difesa dell’identità culturale italiana nel sistema di globalizzazione del sapere e dell’economia. Il “Centro Internazionale Scrittori della Calabria” è associato alla “Universitas Montaliana di Poesia di Maria Luisa Spaziani” e al “Gruppo Cultura Italia” a cui appartengono molti grandi della cultura italiana.


 

diario | Cultura | Comitato artistico | Comitato Scientifico | Concorsi Letterari | Scienza | Cinema | Mostre |
 
Diario
433246visite.

26 novembre 2012

"PAESAGGIO, ARCHITETTURA E LINGUAGGIO DEL MITO"

Nella sala conferenze della libreria “Culture” – Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, per il ciclo di Architettura, ha promosso l’incontro: “Paesaggio, Architettura e Linguaggio del mito”. Attraverso un video curato da Clara Sorrentino e Marco Messina, il Prof. Gianfranco Neri, ordinario di Composizione Architettonica presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, dopo aver parlato del mito in quanto trasfigurazione poetica di avvenimenti del mondo della natura o di esseri antropomorfi che vissero avventure e compirono azioni fantastiche, ha proseguito il suo intervento sostenendo che la Calabria è uno dei pochi luoghi del mondo che possa vantare una storia ricca di miti e leggende. Il paesaggio dello Stretto suggerisce un particolare sguardo per essere interpretato e un tono speciale per essere descritto. “Un tema divenuto chiarissimo e dominante di questa regione povera di grandi memorie archeologiche perdute in cento flagelli naturali, è la stessa natura che prende atteggiamenti di architettura, l’opera dell’uomo che fa tutt’uno con essa …”, così, Corrado Alvaro nel 1931 scriveva della sua indimenticata terra parole profonde e definitive, espresse in un linguaggio la cui semplicità nulla sottrae alla verità che descrive, una semplicità d’invenzione, si potrebbe dire, che anzi la scopre, la rivela, facendo con ciò emergere quel senso remoto e autentico, perenne e attuale che avvolge quella terra. “Questo mare è pieno di voci e questo cielo è pieno di visioni … Qui dove è quasi distrutta la storia, resta la poesia”. Questa illuminante citazione di Giovanni Pascoli può essere icasticamente presa ad esempio dell’elevato coinvolgimento intellettuale ed emotivo imposto dalla visione dello Stretto. Queste parole pronunciate dal poeta in una conferenza tenuta a Messina nel 1898, furono riprese nel 1956 e così chiosate da Giuseppe Berto: “Retorica? Tanta. Ma è difficile sfuggire alla retorica davanti a spettacoli talmente belli che non si sa come descriverli”. Il prof. Neri, nella sua dotta relazione ha precisato che è l’arte, intuizione e bellezza sopra ogni cosa insieme a tutto il resto che si può immaginare e aggiungere, a fornirci la chiave per riconoscere, interpretare e trasformare questi luoghi. Arte che non è muta, immobile e inerte estasi contemplativa, ma – come sosteneva Frank Lloid Wright – “conflitto tra intelligenze” e, come tale, per questo, sempre ogni volta raggiungibile. Ha concluso Gianfranco Neri che è questa dimensione della cultura e del mito che ci interessa rafforzare in questa terra dominata dall’immagine dello Stretto, e che vorremmo tentare di trasmettere e sottoporre al giudizio degli altri e di questi luoghi pur incerti, spesso colpevolmente violenti e talora volgari, straordinari. Nel corso della video conferenza sono state proiettate delle foto di alcune opere pittoriche (acquarelli) realizzati dal prof. Gianfranco Neri e raffiguranti lo scenario dello Stretto. Le letture di brani di autori classici e moderni sono state curate da Loreley Rosita Borruto.




              Marco Messina - Clara Sorrentino - Gianfranco Neri - Loreley Rosita Borruto




                               Libreria "Culture" - Reggio Calabria - 23 novembre 2012




                                         Libreria "Culture" - 23 novembre 2012




                                               Libreria "Culture" 23 novembre 2012




                                                  Libreria "Culture" - Reggio Calabria




                                           Reggio Calabria 23 novembre 2012




                                                    Intervento di Francesca Paolino




                                                Intervento di Giuseppe Aprile




                                                     Intervento di Pina Provazza Porchi




                                                     Libreria "Culture - Reggio Calabria




                                                Reggio Calabria 23 novembre 2012 




                 Marco Messina - Clara Sorrentino - Gianfranco Neri - Loreley Rosita Borruto



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. s. f.

permalink | inviato da ciscalabria il 26/11/2012 alle 2:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre        dicembre