.
Annunci online

 
ciscalabria 
Centro Internazionale Scrittori della Calabria
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Centro Internazionale Scrittori
Facebook
CIS Calabria
CIS della Calabria
Fondo Antonio Piromalli
http://www.itispininfarina.itinfarina di Torino
Comune di R. C.
Rai-TV
Blog libri
Ricerca Libri
  cerca

Il “Centro Internazionale Scrittori della Calabria”, deriva dalla sezione Calabrese dell’Unione Nazionale Scrittori. L’obiettivo dell’Associazione è di promuovere e divulgare, ad ogni livello sociale e culturale, l’interesse per la letteratura, l’arte e la creatività nelle loro variegate espressioni, con particolare attenzione sia alla Calabria, come area territoriale, in un’ampia prospettiva che pone la cultura come elemento fondante, nel processo di internazionalizzazione e di integrazione europea, sia alla difesa dell’identità culturale italiana nel sistema di globalizzazione del sapere e dell’economia. Il “Centro Internazionale Scrittori della Calabria” è associato alla “Universitas Montaliana di Poesia di Maria Luisa Spaziani” e al “Gruppo Cultura Italia” a cui appartengono molti grandi della cultura italiana.


 

diario | Cultura | Comitato artistico | Comitato Scientifico | Concorsi Letterari | Scienza | Cinema | Mostre |
 
Diario
445939visite.

29 ottobre 2012

L'arte di RENOIR

Nel Salone della chiesa di San Giorgio al Corso di Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, per il ciclo di incontri dedicati all’Arte dell’ 800 francese, ha organizzato il quinto incontro: “ L’arte di Renoir”. Con l’ausilio di video proiezioni, la prof.ssa Elvira Leuzzi, critico e storico dell’Arte, ha commentato le opere del grande artista francese. Pierre Auguste Renoir nacque a Limoges il 25 febbraio 1841 da una famiglia di artigiani. Presto la famiglia si trasferì a Parigi dove Pierre, giovanissimo, iniziò a lavorare prima come decoratore di ceramiche e poi come pittore di stoffe e ventagli. Nel 1862 si iscrisse alla scuola des Beaux Arts e frequentò l’atelier di Gleyere, ove conobbe Bazille, Sisley, Monet. In seguito, frequentò con Manet, Degas, lo scrittore Zola e il fotografo Nadar il Café Guerbois. In un viaggio in Italia rimase ammaliato dalla pittura rinascimentale. Le opere dei grandi maestri italiani lo spinsero allo studio delle forme tanto da farle diventare modellate e scultoree proprio come è possibile osservare nei dipinti antichi. Renoir, forte del suo istinto creativo e rigeneratore, osservando la vita borghese parigina, abolì nei suoi dipinti i contorni delle forme e i chiaroscuri. Approfondendo lo studio su un uso nuovo e libero del colore riuscì a dare al dipinto il senso del movimento. Renoir morì a Cagnes sur mer in Costa Azzurra il 3 dicembre 1919. Al dibattito, coordinato da Loreley Rosita Borruto, Presidente del Cis della Calabria, hanno partecipato: Giuseppe Musmeci, Gianfranco Cordì, Andrea Audino.




                          Renoir - 24 ottobre 2012 - Elvira Leuzzi - Loreley Rosita Borruto




                        Salone della chiesa di San Giorgio al Corso - Reggio Calabria




                                                       Prof.ssa Elvira Leuzzi




                                           Reggio Calabria 24 ottobre 2012




                            Salone della chiesa di San Giorgio al Corso di Reggio Calabria




                                                  Intervento prof. Giuseppe Musmeci




                                          Intervento arista Andrea Audino



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. s. f.

permalink | inviato da ciscalabria il 29/10/2012 alle 1:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        novembre